Dimagrire correndo: cosa devi sapere.

Eccoci qui, come ogni estate pronti a chiederci: “come faccio a perdere rapidamente peso?”. La risposta che tutti vi daranno sarà sempre “vai a correre”, e fin qui tutto nella norma, ma adesso le abbiamo noi delle domande per te

1) Sai correre? 2) Hai mai chiesto consigli ad un esperto?

Eccoti qui una serie di cose che potrebbero esserti davvero utili per raggiungere il tuo peso forma tramite la corsa.

2017-luglio-correre in vacanza

Per dimagrire bisogna bruciare più calorie di quante se ne assumono, e più si lavora intensamente, più si bruciano calorie. Quindi per bruciare molte calorie con la corsa bisogna correre ad alta intensità. No, non uno sprint, ma più o meno all’80% della propria massima frequenza cardiaca. Diciamo un ritmo che impedisce di parlare con il proprio compagno di allenamento, ovvero appena sotto la soglia aerobica. C’è un però: per correre a questo ritmo bisogna essere molto allenati, ma se l’obiettivo è dimagrire molto probabilmente non si è ben allenati. Allora bisogna trovare una strategia diversa. Per esempio variando il ritmo della corsa, da un giorno all’altro oppure all’interno della stessa seduta di corsa. Dopo qualche mese di allenamento di corsa regolare, si può cominciare a inserire una o due sedute di corsa veloce a settimana: più o meno 20′ all’80% della massima frequenza cardiaca (dopo aver fatto un ottimo riscaldamento).

Oppure si può cominciare facendo interval training: 2′ ad alta intensità sempre all’80% della frequenza cardiaca e 2′ a ritmo blando, per recuperare. Già farne 10 in totale è un buon inizio per cominciare a perdere peso: si può poi aumentare il tempo oppure il numero di ripetizioni. E’ ormai noto che il Runner, di qualsiasi livello prestativo, sia spesso soggetto a dolori ed infortuni, che se non gestiti adeguatamente possono avere anche conseguenze piuttosto serie. Il sovraccarico funzionale è spesso alla base di questi fastidi. Nella sostanza, il nostro modo di correre fa si che ci possano essere alcune zone del corpo che debbano gestire uno “stress” eccessivo. Questa condizione è chiamata sovraccarico funzionale. Il sovraccarico funzionale è spesso legato alla nostra postura ed appunto alla nostra meccanica di corsa.

Postura e biomeccanica regolano il nostro modo di correre, la nostra tecnica di corsa, la nostra capacità di “spendere” meno energie possibili dissipando o compensando al meglio gli impatti a livello muscolo-articolare. E’ quindi estremamente importante per qualsiasi Runner (dal neofita al professionista) svolgere regolarmente un check-up posturale e biomeccanico

CONSULENZA GRATUITA OSTEOPATA AUGELLO DOMENICO CON ANALIZZATORE POSTURALE GPS 120 POSTURAL LAB

banner-5

per analizzare al meglio il proprio gesto, poter correggere eventuali asimmetrie o aree in sovraccarico funzionale e migliorare l’efficienza del gesto. Nella sostanza, con questa analisi si avrà la possibilità di migliorare la performance e prevenire la maggior parte degli infortuni da stress (traumi ripetuti) correlati alla corsa.

Dottor Domenico Augello – Via Villarosa – 94100 Enna – info@osteopatiaaugellodomenico.it – 3200663924

Condividi questo post

Share on facebook
Share on linkedin
Share on twitter
Share on email

Iscriviti alla mia newsletter!

-

Potrebbe interessarti:

Cura della persona

Osteopatia: cosa cura e benefici

Attraverso e grazie all’uso sapiente delle mani, l’osteopata cura dolori di varia natura che possono manifestarsi su diverse parti del corpo. Le tecniche “manuali” vanno

Cura della persona

Spalle e collo in avanti: cause e soluzioni

Le spalle in avanti sono un’alterazione posturale che interessa spalle e schiena, molto frequente ai giorni nostri. Questa postura provoca mal di schiena, comporta disagi