fbpx

Il test di Lasègue nella sciatalgia

4 (9)

Il test di Lasègue è una manovra che viene effettuata in pazienti che lamentano dolori alla schiena, nella zona lombo-sacrale, finalizzata al riscontro di un interessamento del nervo sciatico.

È indicativo di irritazione delle radici dei nervi spinali a livello del plesso lombo-sacrale, soprattutto nervo sciatico o ischiatico. Vediamo cos’è e quale funzione ha il nervo sciatico.

Cos’è il Nervo Sciatico?

Il nervo sciatico, o nervo ischiatico, è un importante nervo periferico del corpo umano, origina nella parte bassa della schiena e si sviluppa lungo tutto l’arto inferiore (transita nella parte posteriore della coscia) e termina sul piede.

Esso deriva dall’unione di una parte delle fibre nervose degli ultimi due nervi spinali lombari (L4 ed L5) e dei primi tre nervi spinali sacrali (S1, S2 e S3).

Quando il nervo sciatico viene compresso, per cause diverse, si infiamma provocando dolore, difficoltà di movimento con deficit di forza e alterazione della sensibilità nell’area che va dalla coscia sino al piede, questo perché il nervo sciatico ha sia funzione motoria (cioè controlla dei muscoli), sia funzione sensitiva (ossia innerva delle aree cutanee).

 

Come si esegue il test di Lasègue


Il paziente è sdraiato sul lettino in posizione supina, l’esaminatore impugna il piede dal calcagno e solleva tutto l’arto inferiore di 35-70° dal lettino a ginocchio esteso, mentre si stabilizzano le pelvi e si mantiene l’arto inferiore non in esame, completamente esteso sul lettino.

Attraverso questo movimento si provoca lo stiramento delle radici del nervo sciatico, il test è positivo quando il paziente lamenta un aumento del dolore nella regione lombare e lungo il distretto di innervazione o è impossibilitato ad eseguire il movimento: in entrambi i casi abbiamo una sofferenza delle radici nervose L4-L5-S1

A seconda della regione interessata sarà possibile individuare la radice nervosa interessata e responsabile della patologia:

  • radice nervosa L4 il dolore è a livello della faccia anteriore della coscia, del ginocchio, fino alla regione tibiale anteriore;
  • radice nervosa L5 qualora il dolore sia irradiato dal gluteo alla faccia postero-esterna dell’arto inferiore, fino ad arrivare al malleolo esterno, al dorso del piede ed al primo dito mentre se il dolore;
  • radice nervosa S1 le parestesiee/o l’ipoestesia interessano il gluteo, la faccia posteriore della coscia, arrivando al tallone ed al bordo esterno del piede, fino al IV e V dito.

Questa manovra è necessaria in tutti i pazienti che lamentano dolore lombo-sacrale, per comprendere se l’irritazione o l’infiammazione sia o meno estesa a livello del nervo sciatico al fine di intraprendere un adeguato e risolutivo percorso terapeutico.

 

Potrebbe interessarti:  Dolore al nervo sciatico: un semplice esercizio

 

 

 

Condividi questo post

Share on facebook
Share on linkedin
Share on twitter
Share on email

Iscriviti alla mia newsletter!

-

Potrebbe interessarti:

Cura della persona

Quanta acqua bere e perchè fa bene ai muscoli

L’acqua è una sostanza importantissima per il nostro organismo. Non tutti sanno che è indispensabile anche per sostenere il sistema muscolare. In questo articolo ti

Cura della persona

Mal di schiena e fratture vertebrali: cosa devi sapere

Maggio, mese mondiale dell’OSTEOPOROSI! La riduzione della massa ossea, con l’avanzare dell’età, rappresenta un processo naturale. Quando la massa ossea diminuisce in modo eccessivo, le