Che cos’è la cervicalgia? Le cause del dolore ed i rimedi dell’osteopata

Sei tra le persone che spesso hanno dolore alla zona cervicale?

Se la risposta è “sì”, allora ciò di cui soffri è cervicalgia. La cervicalgia è un disturbo muscoloscheletrico che affligge 7 persone su 10, provocando mal di collo, in molti casi accompagnato da altri sintomi, che vanno dal mal di testa alle vertigini, dal dolore alle spalle al dolore alle braccia (cervicobrachialgia).

È uno dei disturbi più diffusi ed i fattori che possono predisporre alla sua insorgenza sono:

  • uno stile di vita sedentario;
  • l’assunzione di posture scorrette, a causa soprattutto di un eccessivo utilizzo delle nuove tecnologie come smartphone e pc;
  • eccessivi livelli di tensione e stress.

Quali sono le possibili cause della cervicalgia?

La cervicalgia ha spesso origine dalla tensione muscolare. Tale tensione può essere scatenata da cause di diversa natura (e alimentata dai fattori che abbiamo visto sopra):

  • cause di tipo traumatico come il famoso colpo di frusta;
  • cause strutturali come ernie, protusioni, artrosi, stenosi del canale vertebrale;
  • disfunzioni viscerali con riduzione della mobilità e della motilità soprattutto della zona del diaframma, dello stomaco e del fegato;
  • disfunzioni dell’articolazione temporo-mandibolare (malocclusioni dentali e deglutizione atipica);
  • disturbi di oculomotricità (occhi);
  • disturbi posturali dovuti per esempio ad una scoliosi o ai piedi piatti;
  • dalle cicatrici chirurgiche, che possono interferire sulla salute e particolarmente sul sistema posturale;
  • da un’errata respirazione: la respirazione toracica (e non diaframmatica), infatti, sovraccarica la muscolatura cervicale.

Anche lo stress psico-emotivo può essere considerato una concausa nello sviluppo e nel mantenimento dei sintomi.

Come agisce l’osteopata nei confronti della cervicalgia?

Dopo un’attenta valutazione ed uno studio su eventuali indicazioni e controindicazioni al trattamento manuale, l’osteopata si avvale di tecniche dolci per inibire il sistema muscolo-legamentoso, digitopressione e tecniche di “soft tissues” come primo trattamento.

Sono utilizzate anche tecniche di mobilizzazione articolare vertebrale per raggiungere quel range articolare perso e, a sua volta, liberare le faccette articolari.

Tutto ciò finalizzato a ripristinare una buona mobilità articolare, a migliorare l’assetto posturale per il raggiungimento dei tre cardini (economia, comfort e non dolore) ed a ridurre lo stress psico-fisico dettato anche dal dolore e dalla sofferenza del soggetto.

L’osteopatia, in questi ultimi anni, si sta dimostrando tra le terapie più utili ed efficaci, risolvendo definitivamente le cause del problema e non limitandosi alla risoluzione dei sintomi.

Come prevenire il dolore alla cervicale?

Associato al trattamento osteopatico, è molto utile iniziare la rieducazione funzionale della cervicale, il potenziamento dei muscoli coinvolti e l’allungamento posturale globale.
Si raccomanda al paziente, durante il riposo notturno, di utilizzare un cuscino anatomico, che permetta di tenere il rachide cervicale ben allineato.

È molto importante una corretta educazione posturale per far comprendere al paziente quali sono le posture scorrette, al fine di aumentare la sua capacità di controllo, di migliorare il suo comportamento e di utilizzare correttamente la sua colonna vertebrale nelle attività quotidiane.

Condividi questo post

Share on facebook
Share on linkedin
Share on twitter
Share on email

Iscriviti alla mia newsletter!

-

Potrebbe interessarti:

Uncategorized

Artrosi cervicale: sintomi e rimedi

Dolore cervicale, rigidità nei movimenti, mal di testa, vertigini, sono sintomi molto frequenti per chi soffre di artrosi cervicale. In questo articolo ti spiego i

Cura della persona

Falsa sciatica o sindrome del piriforme?

La sindrome del piriforme è una patologia causata dalla compressione del nervo sciatico da parte del muscolo piriforme. Il muscolo piriforme ha forma triangolare, appartiene alla